Cerca

domenica 15 agosto 2010

Le conseguenze!! La guerra in Iraq

video

Trailer del Film Uncovered : the war on Iraq; documentario sulla guerra in Iraq e sulle cause illecite del suo scoppio, diretto da Robert Greenwald.

La guerra in Iraq o come da molti viene definita Seconda Guerra del Golfo iniziò precisamente il 20 marzo 2003 con l'attacco delle forze U.S.A. e dai prorpi alleati all'Iraq che ha dato vita alla guerra che conosciamo ancora oggi in quanto tale confilitto non è ancora decaduto.

La guerra:

Il 20 marzo 2003, pur trovandosi contro il segretario Kofi Annan e gli altri membri del Consiglio di Sicurezza, la gran parte degli stati e delle opinioni pubbliche, nonché le principali autorità religiose internazionali,Stati Uniti e Gran Bretagna lanciarono l'attacco contro l'Iraq. A sostenerli si schierarono una trentina di paesi, tra cui la Spagna ,Australia, Danimarca e Paesi Bassi. Molti di essi fornirono solo un sostegno politico; altri, tra cui l'Italia, non presero parte all'offensiva ma permisero il movimento delle armate della coalizione di stanza sul proprio territorio e inviarono truppe in un secondo momento, con funzioni di stabilizzazione e di aiuto alla ricostruzione. La Francia, la Germania, la Russia e la Cina criticarono apertamente la scelta bellica compiuta da Stati Uniti e Gran Bretagna; a loro si unirono altri paesi, tra cui il Canada, Nuova Zelanda, Messico e il Brasile.
L'operazione Shock and Awe (colpisci e terrorizza) iniziò con un intenso bombardamento aereo su Baghdad e sulle altre città irachene, che prese di mira le sedi del comando politico e militare così come le strutture di comunicazione e industriali del paese. La forza di invasione anglo-americana, penetrata nel paese dal sud e dal nord, si impose agevolmente sulla resistenza irachena, conquistando in pochi giorni gran parte delle città e assumendo nel contempo il controllo degli impianti petroliferi.
Il 9 aprile l'avanguardia militare statunitense entrò a Baghdad. Saddam Hussein si diede alla fuga, mentre il suo regime andava sgretolandosi e il paese precipitava nel caos. Da segnalare nel periodo successivo la devastazione del Museo Nazionale Iracheno, con il saccheggio o distruzione della maggior parte dei reperti di valore inestimabile in esso conservati. Il 21 Aprile , gli Stati Uniti insediarono alla testa di un'autorità provvisoria (Coalition Provisional Authority, CPA) il generale Jay Garner, che fu sostituito l' 11 maggio dall'ambasciatore Paul Bremer. 
Il 1° Maggio il presidente statunitense Bush proclamò la fine della guerra. 


Tra i primi effetti della guerra e della caduta del regime, vi fu anche il risveglio delle tradizionali divisioni religiose e tribali tra la comunità sciita (maggioritaria ma emarginata durante il regime ba'thista) e quella sunnita. In entrambe le comunità crebbe comunque l'avversione contro l'occupazione militare e l'amministrazione straniera, anche a causa di grossolani errori e di eccessi compiuti dalla truppe della coalizione; a tale proposito, grave fu agli inizi del 2004 la crisi causata dalla diffusione delle immagini delle torture inflitte da alcuni militari statunitense ai detenuti del carcere di Abū Ghurayb, che sollevarono nel mondo una generale riprovazione.
 A dicembre, le forze americane catturarono Saddam Hussein nei pressi di Tikrit, la sua città natale. Condannato dal tribunale speciale iracheno (per i crimini del regime Baʿth - costituito il 10 dicembre 2003) dopo un processo iniziato, verrà impiccato il 30 dicembre 2006.

Questa è la guerra come la racconteranno i libri di storia; ma vorrei parlarvi del perchè è partito tale conflitto. Un giorno mi accorsi che non sapevo nemmeno perchè stavamo combattendo l'Iraq quando i nemici che hanno effettuato l'attentato dell'11 settembre erano in Afghanistan. Così cercai di predere più informazioni possibili in merito; penso che per il momento queste info siano le meglio organizzate in modo ordinato:

una delle motivazioni per cui il governo Bush decise di intraprendere la guerra furono le armi di distruzione di massa; in quanto secondo Gli USA l'iraq possedeva armi chimiche e nucleari con una gittata tale da poter complire un qualsiasi paese occidentale; inoltre si pensava che il governo Afghano era in combutta con Osama Bin Laden.


TUTTO QUESTO ERA E RISULTO' TUTTO FALSO!!

video

Tratto dal documentario Fahrenheit 9/11 diretto da Michael Moore.

Quel paese non ebbe mai le conoscienze tali da poter costruire una qualsiasi arma chimica o nucleare, inoltre non fu mai accertata lo scambio anche solo di informazioni da parte di Bin Laden e Saddam, per non parlare poi del fatto che in nessun modo e mai prima della guerra stessa l'Iraq aveva anche solo nominato in modo anche offensivo i paesi occidentali che hanno attaccato!

E nel mentre guardate cosa faceva la coalizione (oltretutto anche la nostra visto che erano ordini imposti) alle povere vittime in Iraq

Parte 1 - 2 - 3     in italiano                                                                    
video
video
video













Inaccettabile!!!
Giulia Fico

lunedì 2 agosto 2010

TORRI GEMELLE: attentato terroristico o complotto?

video
Trailer del film World Trade Center diretto da Oliver Stone ed interpretato tra gli altri da Nicolas Cage e Michael Peña.

Salve ragazzi, ben tornati nel blog.
Oggi vi vorrei parlare di una cosa che penso abbia causato un gran bello shock a tutti coloro che hanno visto sia personalmente che in televisione quello che successe in data 11 settembre 2001, ossia la distruzione completa di 3 edifici del World Trade Center.


Io personalmente stavo guardando la televisione quando accaddè il fatto e ci rimasi letteralmente di stucco. Sembrava fosse un fotomontaggio, un film; invece era tutto vero.
Due fra le torri più importanti del mondo ( le TWIN TOWER) e il quartier generale del Ministero della Difesa U.S.A. (il PENTAGONO) colpite da 3 aerei di linea  dirottati da parte di terroristi di al-Qa'ida ed un ultimo aereo alla fine caduto nei cieli della Pennsylvania.


Questi sono i fatti accaduti realmente e non modificabili da nessuno in nessun modo;i fatti su cui dubitiamo sono altri!
Ebbene come saprete, dopo il crollo delle torri ci furono notevoli scandali in merito agli accaduti e tutt'oggi dopo circa 9 anni dalla strage che portò circa 3 mila morti non sianmo sicuri di chi sia la colpa dell'avvenuto attacco. E' vero che gli americani hanno fatto tutto il possibile o qualcuno ha decisamente aiutato i dirottatori per facilitar loro il compito?

Io sono dell'opinione che una nazione, anzi un insieme di nazioni come gli U.S.A. erano e sono tutt'ora in grado di poter prevenire gli attacchi. Inoltre (come vi diranno nei video) la versione ufficiale presenta delle parti inventate e senza nessun tipo di credibilità; in primis vorrei denotare che (e lo dico per esperienza in quanto il mio attuale ragazzo è un ingegnere edile con esperienze anche nel settore dell'acciaio) le torri non POTEVANO IN NESSUN MODO crollare in quel modo!
Purtroppo quello che ci hanno fatto credere va contro ogni principio della fisica,della scienza e della tecnica delle costruzioni.



PARTE 1
video


PARTE 2
video


Buona visione a tutti e lasciate dei commenti in merito.. ve ne sarei grata!
CIAO A TUTTI!!
GIULIA FICO